Corriere Sestrese Settembre 2004


Viaggio attraverso l'hinterland di Sestri Ponente

S. Rocco dei Righetti e i due pini

    A pochi minuti dal centro di Sestri abbiamo l'opportunità di una gita di fine estate con una bellissima passeggiata nel verde delle colline sestresi all'insegna dell'aria salubre. Settembre è il mese giusto per andare sulla collina dei Righetti, nella località che prende il nome dalla chiesina di San Rocco.
    Oltre l'osservatorio astronomico e la trattoria "Dö sciô Benetollo", passando sia dalla via superiore Gazzo che da via Rollino (strada per la cava) si giunge alla vecchia "crêuza" con la tipica mattonata ligure.
    Salendo per l'erta viuzza si arriva alla chiesetta di San Rocco, dove poco distante un accogliente praticello invita al relax, all'ultima tintarella, ai giochi all'aria aperta ed ai picnic.
    Il luogo, esposto al sole in quanto l'intera collinetta è quasi priva di alberi, ma ricca di bassa vegetazione, è un buon punto panoramico ed è conosciuto anche come località "Due pini". Infatti poco sopra la chiesina svettano due magnifici esemplari di secolari pini marittimi, già immortalati con dimensioni simili alle attuali nelle fotografie e nelle cartoline della Sestri Ponente degli inizi '900. Proseguendo per la crosetta si giunge infine all'area dei "Fortini", sotto il "Pian dei Galli", zona attrezzata per gli amanti dei pic-nic.
    Chi volesse continuare il cammino può dirigersi verso la vetta del monte Gazzo, oppure seguire il sentiero tracciato nella pineta che conduce al "bric Spassuja", sulla cui cima si trova il cippo dedicato ai caduti della montagna voluto dall'Ucam di Sestri.